San Donato beffato ad un minuto dalla fine . 1-1 e ora ci sarà da soffrire

Altre Notizie

SAN DONATO: Storai, Agnelli, Cardelli, Amorevoli( 30 st Andrea Negrini), Savini, Vigni, Pira, Rigutini, Luca Negrini, Rispoli, Ciavattini. A disposizione: Fortunati, Canuzzi, Breggia, Niscio, Riccardo. All. Cinelli.

CERTALDO: Nigi, Martinovic,Bartali, Messeri, Pampalone ( 21' st Bartolotta), Della Giovampaola, Bandini, Vignolini (35'st Almonti), Guazzini, Mori, Giani. A disposizione: Ghizzani, Barderi, Ulivi, Profita, Latini. All; Deri

ARBITRO: Carpano di Siena

RETI: 2' st Luca Negrini, 44' st Della Giovampaola

SAN DONATO- San Donato beffato allo scadere dal Certaldo , 1 a 1 il finale e ora c'è poco da festeggiare. Quando oramai tutto l'entourage biancoverde pregustava la vittoria e i ritrovati tre punti, con un grosso beneficio in classifica, ecco arrivare puntuale come un orologio svizzero il solito patatrac, con gli avversari che dopo aver subito per tutti i novanta minuti trovano il jolly e portano via punti dal Burioni , oramai terra di conquista. Sembra un film già visto ed è tutt'altro che comico. Il San Donato macina gioco, crea occasioni a raffica mentre gli avversari con un tiro fanno gol. Per la verità contro i fiorentini non è stata la giornata migliore, il gioco dei biancoverdi non è stato fluido come in altre occasioni, ma nonostante questo la compagine di mister Cinelli è riuscita a sprecare almeno tre palle gol limpide nei primi quarantacinque minuti. A turno Luca Negrini, Rigutini, Cardelli non riescono ad inquadrare la porta. La palla non entra e la porta degli avversari sembra stregata. Con tanti rimpianti si chiudono i primi quarantacinque minuti di gioco , inizia la ripresa e il San Donato trova finalmente il gol. Luca Negrini , riceve sulla tre quarti un pallone d'oro che controlla agevolmente in corsa, si infila tra due difensori avversari e batte in uscita Nigi. 1- 0 , il Burioni esplode e inizia a fare festa. E' il momento migliore dei biancoverdi che sulle ali del ritrovato entusiasmo cercano di chiudere la gara. Mister Cinelli a questo punto , visto il rinculare degli avversari, che non riescono più ad uscire dalla loro area di rigore, richiama un centrocampista ( Amorevoli) e manda in campo Andrea Negrini, riproponendo quel modulo a tre punte a lui tanto caro e che all'inizio del torneo gli ha dato tante soddisfazioni. Con i due Negrini e Rispoli la davanti potenzialmente è un attacco atomico, la difesa viola è in affanno , traballa , ma regge il colpo , anche perchè i giocatori di casa nel momento di piazzare la zampata vincente si fanno prendere dalla frenesia e non sembrano lucidi. Ecco allora riproporsi il solito maledetto copione, quello che manda su tutte le furie dirigenza e pubblico, con il Certaldo,che cosi come molte altre squadre hanno fatto al Burioni quest'anno,con un solo tiro pareggiano i conti e portano via punti insperati. E' il 44' della ripresa quando DellaGiovampaola riceve un pallone sulla corsa , tira di prima intenzione e trafigge l'incolpevole Storai, 1-1. La delusione è tanta. Emblematica la frase pronunciata da un dirigente storico del San Donato , Rolando Guerra, mentre si allontana dalla tribuna a fine gara : “ non siamo più capaci di buttarla dentro e poi paghiamo dazio.”Non resta che sperare in un 2015 capace di risvegliare gli avanti bianco verdi, perché in questo senso, il 2014 per loro è stato avaro e molto sfortunato.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto