Albinia ora devi crederci, San Donato ancora alla ricerca di se stesso, Ribolla in caduta libera

Altre Notizie

GROSSETO- Con la vittoria in casa dell'Armando Picchi l'Albinia si riporta in seconda posizione e sembra essere tra quelle di testa la squadra che più di ogni altra può tenere testa alla capolista Badesse. MisterTommasi e la società volano basso, ma dopo dodici giornate di campionato e con una classifica che parla chiaro i rossoblù non possono più nascondersi , hanno il dovere di provarci e tentare con tutti i mezzi possibili di arrivare sino in fondo. Nessuno chiede a Sgherri e soci di vincere il torneo ,ma parlare di salvezza dopo che , quando siamo praticamente alla fine del girone di andata, i rossoblù sono lassù ad un passo dalla vette e meritatamente , è fuori luogo. Anche perchè i maremmani, almeno nella squadra tipo, non hanno nulla da invidiare a nessuno. Semmai la panchina pare essere corta , l'unico neo, anche se vi giovani interessanti. Se l'Albinia vola, il San Donato non riesce a trovare più la continuità iniziale. Va detto che il pareggio con il Montecalvoli visto domenica al Burioni non deve essere considerato una mezza sconfitta, i pisani hanno cambiato molto nella campagna acquisti invernale e non hanno più nulla a che vedere con la squadretta apatica delle prime undici giornate alla merce di tutti. Detto questo, il San Donato non ha impressionato, in particolare nel primo tempo la squadra di Cinelli è parsa spenta, confusionaria e con i soliti problemi sotto porta. La ripresa è stata tutta un 'altra cosa, i biancoverdi hanno provato a creare qualcosa di importante, ma questa squadra non è più quella delle prime giornate , compatta, capace di giocate in velocità , sicura dei propri mezzi, straripante e spavalda. Oggi il San Donato appare timoroso, incapace di fare gioco, vive sulle giocate a sprazzi di qualche suo giocatore , ma non è più la magnifica orchestra apprezzata nelle prime giornate. Dispiace, infine, della situazione del Ribolla di cui si registra l'ennesima sconfitta. Ai bianconeri non ha portato giovamento nemmeno l'inserimento del nuovo arrivato Fioretti, anche se dell'attaccante sempre agognato non vi è traccia. Nessun de profundis anticipato , sia chiaro, il torneo è ancora lungo , ma da domenica prossima o la squadra di Scheggi comincia a macinare punti o diversamente il baratro sarà sempre più vicino.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto