E’ un Ciabatti caricato a mille quello che aspetta al Casa Mora, inizio ore 20,45, il Sandrigo

Altre Notizie

Di Enrico Giovannelli

CASTIGLIONE. E' un Ciabatti caricato a mille quello che aspetta al Casa Mora, inizio ore 20,45, il Sandrigo, per la sesta giornata di ritorno della serie A2. Il buon pareggio ottenuto a Novara con la capolista sabato scorso, è stato salutato come il proseguo del momento di forma che i biancocelesti stanno attraversando. Occhio però ai veneti di Roberto Zonta: il Sandrigo (che ha visto rinviare il proprio match con il  Salerno causa neve, recupero martedì 21) è una squadra capace di tutto e che ha nel suo bomber, Michele Crovadore 37 anni e 43 reti (stecca d'oro della A2), lo spauracchio numero uno. Il quintetto di Filippo Guerrieri però, in striscia positiva da quattro turni (due vittorie e due pari), oltre a contare sulla pista amica, è soprattutto consapevole che bisogna sfruttare tutte le occasioni. All'andata il Castiglione superò brillantemente i vicentini per 5-3, prima vittoria esterna, grazie ad una partita combattuta, risolta in un finale incandescente (reti maremmane di Naldi 2, Salvini 2, e Borracelli). Tra l'altro la truppa maremmana avrà poi un secondo turno consecutivo fra le mura amiche contro il Vercelli, e in caso di risultati positivi, il piazzamento nei play off in una discreta posizione sarebbe pressoché assicurato. Gli ingredienti per fare bene dunque ci sono tutti. Considerando anche le convocazioni arrivate per la nazionale Under 23 dal tecnico Massimo Mariotti (prossimo raduno il 4 marzo a Viareggio): al confermatissimo Luigi Brunelli, si è aggiunta anche la chiamata di Samuele Muglia, a conferma del buon lavoro svolto durante la stagione dal Castiglione. La compattezza del gruppo e la determinazione, coma ha sottolineato coach Guerrieri, dovranno essere le armi in più da mettere in pista. Arbitra Francesco Marra di Salerno.
CASTIGLIONE. A guardare la classifica è facile notare l'estremo equilibrio, almeno per quello che riguarda la zona play off, e che coinvolge ben nove squadre sulle dodici del campionato. Castiglione e Sandrigo rappresentano sicuramente due quintetti che in stagione si sono affidati a un bel nugolo di giovani di belle speranze, spalleggiati da qualche "vecio" sempre affidabile. La sfida tra maremmani e veneti si giocherà sugli episodi, magari più sulle difese che sugli attacchi, tenendo ben presente che liberi da pressioni, si potrà giocare a viso aperto senza tatticismi.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto