Quante emozioni in campo

Altre Notizie

 

Quante emozioni in campo

La decima giornata regala gare spettacolari!

 

Altro weekend pieno di passione per la Week 10 LeNAF 2012, caratterizzata da importanti conferme e emozionanti sorprese!

Si inizia con lo show dei Titans che a Padova si impongono perentoriamente sui Saints, sempre più martoriati da un roster corto e infortuni, per un risultato finale davvero impressionante: 0-49 con la difesa che permette pochissimi primi down ai padovani, e con l'attacco che, grazie a un'offensive line dominante, riesce a chiudere facilmente ogni tentativo e già a fine primo tempo si ritrovano sul 0-28. Da segnalare nel secondo tempo gli infortuni del WR Spada e del QB Fiordoro, che potrebbero pesare molto in vista dei playoff.
I Red Jackets partono subito forti contro i Barbari, portandosi sul 12-0 grazie ai touchdown di Toracca e Buchi; ma la reazione romana è rapida e sul kickoff successivo Di Giorgio riporta la palla fino alle 16 yard avversarie per poi segnare di corsa (+ 1 PAT). Nel secondo quarto di gioco le difese reggono bene e chiudono ogni varco agli attacchi avversari, si chiude così il primo tempo sul 12-7. Al rientro in campo è ancora l'equilibrio a segnara la partita, prima segna Di Giorgio per il sorpasso del 12-14, poi Milani riporta in vantaggio i Red Jackets 18-14, quindi di nuovo Di Giorgio porta avanti i Barbari per il 18-21. Nell'ultimo quarto i Barbari allungano con Di Giorgio (18-28) per poi essere riavvicinati dai Reds con il touchdown di Toracca che, ancora una volta non trasformato porta il risultato sul 24-28; a questo punto i Barbari cambiano ritmo e segnano prima con un QB-Sneak di Shaw, e poi con il 5°TD di Di Giorgio, trasformato da due con un pass di Shaw per D'Ottavi per il finale 24-43.
A Roma i Grizzlies entrano in campo convinti e volenterosi di far vedere che a Ferrara è stata solo una giornata no: già dal primo kickoff partono alla grande riportando la palla fino alle 23 yard avversarie per poi segnare con Bianco che riceve palla da Mingoli; subito anche gli Angels voglio dimostrare quanto vlagono, e al primo drive offensivo seganno di corsa con Pajan, per il 7-7 momentaneo. Le difese prendono le misure e prima i pesaresi costringono al punt gli orsi, e poi i romani intercettano con Fanini, che riesce anche a riportare in endzone la palla per il vantaggio del 14-7. Di nuovo la difesa romana procura un fumble che vine riportato da Insom in endzone, e grazia al terzo PAT di Bianco i Grizzlies allungano 21-7. L'attacco romano inizia a concretizzare le iniziative offensive e Pinelli ne approfitta segnando di corsa, conversiona alla mano fallita; di nuovo di corsa, stavolta con Mingoli, i romani segnano e si portano sul 34-7; qui gli Angels tentano di ragire e segnano di cosa con il Qb Terenzi, che uscirà purtroppo poco dopo per infortunio alla spalla. I romani però sono ormai avanti e sicuri di se segnano con un TD Pass di Mingoli per Crevatin che imposta il risultato finale sul 41-14.
A Parma partenza lanciata dei Bobcats contro gli Islanders che dopo 2 minuti segnano con il runningback Piedimonte per il 7-0; di nuovo nel secondo quarto i Bobcats allungano con un altro TD di corsa grazie ad Armah, PAT failed, 13-0 Bobctats. E' qui che i veneziani si svegliano e Scaramuzza segna ricevendo un pass del QB Nerozzi, ma segue subito la risposta di parma con un altro touchdown del runner Armah per il parziale 19-6, prima dell'half time però i veneziani segnano di corsa con Grassi, trasformato dal calcio da Bovo. Nel secondo tempo subito soprasso degli Islanders con Scaramuzza di corsa grazie a una reverse che inganna la difesa parmense (+1 PAT Bovo), ma i Bobcats non ci stanno e con Piedimonte sembre di corsa ritornano avanti 26-20; nell'ultimo quarto gli Islanders segnano di nuovo con il runner Grassi e grazie al PAT calciato da Bovo si portano avanti per 26-27, ed è qui che la difesa veneziana dimostra carattere vincente intercettando prima con Canal e poi ricoprendo un fumble con Rossi chiudendo di fatto la speranza dei Bobcats.
Partita molto equilibrata a Palermo con gli Sharks intenti a battare i Frogs per continuare la corsa ai playoff; primo tempo senza segnature con le difese a chiudere ogni varco, sono quindi gli squali palermitani a sbloccarsi nel secondo quarto chiudendo il primo tempo sul 7 a 0. Nel secondo tempo gli Sharks riescono a segnare un field goal per poi subire un touchdown dai Frogs nel terzo quarto; quarto quarto intensissimo con i Frogs che si portano avanti segnando un altro touchdown, ma gli Sharks sono troppo decisi a non lasciarsi portare via la vittoria davanti al proprio pubblico e riescono a segnare il touchdown finale che chiude la partita 17-12 per Palermo.
Blacks e Mustangs danno cuore ad un partita combatutissima fino all'ultimo secondo; iniziano i triestini in attacco e segnano subito di corsa con Zakrajse (+ 1 Pecchi), ma subito rispondono i Blacks con un bel TD passi di Brena per Zucco (+ 1 Brun) per il pareggio del 7-7; risposta di Trieste con una altro TD di corsa per Zakrajsek, non trasformato; nel finire del primo tempo sono i Blacks a portarsi in vantaggio grazia a un altro TD pass di Brena per il fratello (+ 1 Brun) per il parziale 14-13. Nel secondo tempo i padroni di casa allungano con Zucco che riceve da Brena (+ 1 Brun) e con Brun che di cosa porta avanti i rivolesi 28-13; è qui che i Mustangs reagiscono e segnano con Zakrajsek di nuovo, trasformata di corsa da due da Dosso; nel quarto quarto Dosso, in cabina di regia al posto di Zingale, lancia due TD pass, non trasformati, per il vantaggio 28-33 a tre minuti dalla fine; Brena in attacco riesce a varcare l'endzone di corsa (+ 1 Brun) segnando il sorpasso dei Blacks, ma i triestini non ci stanno e tentano un Field Goal con pochi secondi rimasti; purtroppo per i Mustangs Pecchi non centra i pali, e i Blacks chiudono in attacco facendo scorrere il tempo e vincono per 35-33.
I Crusaders in trasferta a Verona si scontrano con la difesa dei Mastini che riesce per tutta la partita a mettere sotto pressione il Quaterback Meloni mettendo così in difficoltà il passing-game sardo; in primi punti della partita li segna proprio la difesa veronese grazie a una safety di Viviani che placca il runner sardo in endzone. Purtroppo nel drive successivo il QB sardo Meloni si infortuna mettendo ancora più in difficoltà il gioco dei Crusaders; finisce senza segnature il primo tempo sul 2-0. Al rientro in campo i Crusaders puntano sulle corse e, sorprendendo i veronesi, si portano in vantaggio per 2-6. Finalmente l'attacco scaligero reagise e segna di corsa con Sebastiani (PAT good) portando così il vantaggio veronese per 9-6; in difesa Mutascio prima e Brunelli poi intercettano due pass del secondo QB dando tranquillità all'offense che riesce dopo qualceh tentativo ben bloccato, ad allungare con una corsa di Pavoni per il 15 a 6 finale.
A Napoli i Briganti si giocano il tutto per tutto per i playoff contro le sorprendenti Aquile e, motivati da questa missione, partono subito alla grande con due TD di corsa di De Angelis e di Chitos, entrambi non trasformati da due; reagiscono i ferraresi e grazie a un bel pass di Malta trovano il touchdown con De Biaggi, ma falliscono il calcio addizionale; rispondono subito i napoletani riportando direttamente in endzone il kickoff grazie alle prodezze dei Carafa, ancora tentano la trasformazione da due ma le Aquile sono brave a fermare nuovamente l'azione avversaria; quasi sul finire del primo tempo gli estensi riescono ad accorciare le distanza con un altro TD Passi di Malta, questa volta per Mingozzi, il calcio addizionale è buono e si va negli spogliatoi quindi sul 18-13 per i Briganti. Al rientro in campo sono subito i ferraresi a segnare con una corsa da Mingozzi, trasformano alla mano e si portano in vantaggio per 18-21; adesso protagoniste le difese, con un punt block e ricoperto dalle Aquile, e un intercetto di Vettorell per i Briganti; ma le Aquile sono su di giri e riescono ad allungare il distacco con un altro TD Pass di Malta nuovamente per Mingozzi (PAT Failed) per 21-27. I Briganti tentano il tutto per tutto nel finale, ma forzano troppo a Sicignano intercetta per le Aquile che chiudono in attacco in victory formation.
A Firenze i Guelfi gestiscono senza troppi problemi i Legio XIII dando spazio al passing-game con il Quaterback Arcangeli che apre le segnature con un passaggio a Mannatrizio per poi prendere feeling con il WR Bini che segna un TD Pass ogni quarto di gioco; finisce così la partita 34 a 0 con i fiorentini che si aggiudicano il Girone Centro con una partita di anticipo sulla fine della regular season.

Di seguito i risultati della Week 10 LeNAF 2012:
SAINTS - TITANS: 0-49
RED JACKETS - BARBARI: 24-43
GRIZZLIES - ANGELS: 41-14
BOBCATS - ISLANDERS: 26-27
SHARKS - FROGS: 17-12
BLACKS - MUSTANGS: 35-33
MASTINI - CRUSADERS: 15-6
BRIGANTI - AQUILE: 18-27
GUELFI - LEGIO XIII: 34-0

 

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto