L'Albinia pareggia 1 a 1 a Pietrasanta. Un ottimo risultato ma la squadra di Franco Cameli recrimina per l'ennesimo rigore non concesso.

Altre Notizie

 

    Ottimo pareggio esterno per l'Albinia che sul campo del Pietrasanta ottiene un punto pesante in chiave salvezza e recrimina per un calcio di rigore non concesso per un fallo commesso ai danni di Khouribech. Franco Cameli è stato costretto a schierare una formazione di emergenza per le assenze degli squalificati Franchi, Lorenzini e Caranci a cui si sono aggiunti i forfait di Stefani e Gagliardini. Il trainer rossoblù ha pescato dalla formazione juniores ed i giovani hanno risposto positivamente fornendo un'ottima prestazione. Dopo il calcio di rigore reclamato dall'Albinia, il Pietrasanta è passato in vantaggio allo scadere del primo tempo con una grande punizione all'incrocio dei pali. Nella ripresa l'Albinia ha reagito pervenendo al pareggio con Khouribech, arrivato a quota sette gol stagionali. Nel finale l'Albinia ha sfiorato il colpaccio con il capitano Sgherri che da buona posizione non ha trovato la necessaria coordinazione per regalare alla sua squadra la prima vittoria in trasferta. Il pareggio è stato commentato positivamente dal presidente dell'Albinia Luca Vaselli: "è un punto importante, ottimo per la classifica ed il morale. Siamo stati costretti a giocare in formazione rimaneggiata ma chi è sceso in campo ha fatto ampiamente la sua parte. Dispiace dover constatare per l'ennesima volta un episodio giudicato dall'arbitro a nostro danno. Il rigore era evidentissimo e ormai la bilancia delle decisioni a noi sfavorevoli pende in maniera pesante a nostro sfavore". Adesso l'Albinia potrà concentrarsi sul match clou che l'attende domenica 11 dicembre allo stadio Combi contro la blasonata Massese.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto