Simone Giorgetti pugile d’oro alla “Coppa dell’Indipendenza” in Moldavia

Altre Notizie

La Fight Gym Grosseto torna dalla spedizione in Moldavia dove partecipava insieme ad altre cinque nazioni al torneo di pugilato “Coppa dell’Indipendenza” con un bottino strepitoso. Raffaele D’Amico, Tecnico che ha predisposto e seguito la squadra e Amedeo Raffi presidente dell’associazione, erano a conoscenza del difficile compito che li attendeva per le qualità dei pugili che i loro atleti andavano ad affrontare, medagliati olimpici, campioni mondiali, tutti pluri titolati. Tutto questo non ha spaventato la spedizione perchè lo spirito era quello di andare a fare quella esperienza utile per far crescere i ragazzi e prepararli ad impegni futuri. Nei kg 56 era presente Steven Castillo, giovane pugile della Pugilistica Spezzina che affrontava senza remore l’ucraino Stanislav Batii ed il rumeno Ion Baluta confrontandosi alla pari con i due titolati e uscendone sconfitto a testa alta al termine di entusiasmanti match ed altrettanti si può dire di Fabio Piazza nei kg. 91 che doveva affrontare prima il moldavo Victor Ialimov e poi il rumeno Mirel Jitaru. Fabio Piazza, rientrato sul ring dopo un lungo periodo di inattività ha colto l’occasione per smaltire la ruggine che nel frattempo si era accumulata nei suoi ingranaggi. Entriamo in zona medaglie con Alessi Di Savino che conquistava l’argento dopo aver affrontato in prima serata il moldavo Vadim Ivaniuc ed in finale l’ucraino Timur Bilyac. Il nazionale e capitano della spedizione era l’unico punto di sicurezza della squadra e così si è dimostrato vincendo il primo incontro e venendo punito nella finale da un verdetto non unanime che ha penalizzato il nostro portacolori. Per Paul Constantin Cocolos l’affrontare questi pugili faceva parte del percorso intrapreso ultimamente per crescere e essere proposto ai massimi livelli come indicano le sue possibilità. Il pugile che ha dovuto affrontare in prima serata è stato quel Dmitrii Galagot che era uscito in semifinale ai campionati dell’unione europea con verdetto a maggioranza contro Vincenzo Mangiacapre. Il nostro Cocolos arrivava così al bronzo non potendosi effettuare l’apposita finale per infortunio dell’avversario. Nei kg. 75 Simone Giorgetti conquistava il podio più alto, quello rivestito di oro, superando ai punti in prima serata il moldavo Ion Nurumbetov, boxandolo anticipandolo continuamente e portando a segno colpi puliti dimostrando di conoscere tutto il repertorio pugilistico. In finale Simone Giorgetti affrontava l’altro moldavo Andrei Zatusevschii che al termine di uno scambio usciva ferito all’arcata sopracciliare ed il suo maestro al termine della prima ripresa ne decideva il ritiro concludendosi coì l’incontro per kot. Con Simone Giorgetti, Amedeo Raffi e Raffaele D’Amico, esultano per l’esperienza che pone protagonista la Fight Gym Grosseto in campo internazionale.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto