Il CONI punta su baseball e softball

Altre Notizie

Presentata la stagione 2013. Nella Sala Giunta del Comitato Olimpico nazionale il Presidente Giovanni Malagò ha annunciato di voler essere sempre vicino ai nostri sport. Per Riccardo Fraccari "il successo del Classic deve essere da sprone per continuare investire nei progetti di sviluppo"

Comincia con le immagini più belle del World Baseball Classic , la presentazione della stagione 2013 della stagione del baseball e softball. Le tv al plasma della Sala Giunta del CONI, nella quale è presente anche il padrone di casa, il neo eletto Presidente Giovanni Malagò, irradiano alcuni dei momenti più emozionanti del recente mondiale che l’Italia ha concluso al settimo posto e la sensazione è che tra tutti i presenti un brivido scorra lungo la schiena. Ancora più importante, forse, è il pensiero che da quel successo del nostro baseball si debba prendere il via per continuare a lavorare per il futuro.
Introdotto dal Capo dell’Ufficio Comunicazione della FIBS, Riccardo Schiroli, è proprio da quell’idea, quel pensiero che prende spunto il Presidente Malagò: “Sono felicemente sorpreso da quanto il baseball abbia tanto interesse mediatico”. La presenza giornalistica, in effetti, oltre ai tanti dirigenti del baseball e softball italiani, è massiccia e Malagò si rivolge proprio ai giornalisti “Questo è un argomento sul quale voglio puntare molto e vorrei ci tornerò spesso nei miei quattro anni di mandato, perché non vorrei che ci fosse così tanta attenzione solo quando si accendono i riflettori su una nuova stagione e poi tutto tornasse come prima. Vorrei che il baseball e il softball, ma anche gli altri sport dello stesso livello si guadagnassero lo spazio che si meritano e vorrei che l’attenzione dei media fosse sempre alta in egual misura”.
Il saluto del Presidente del CONI è dedicato anche in prima persona al Presidente della FIBS, Riccardo Abbraccio Malagò Fraccari (CB-Oldmangency)Fraccari: “Riccardo è un amico che ha un fuoco sacro per questo sport, una malattia, una patologia e va persino oltre il concetto della passione e poi questa sua passione sincera e bellissima vorrebbe trasmetterla a tutti. Tanto che a volte si fa trasportare. Ma questo è un bene, soprattutto in un anno come questo, in cui 7 settembre 2013 a Buenos Aires si gioca una partita molto importante per baseball e softball, per cercare di rientrare alla Olimpiadi. Quindi credo che i campionati italiani, sia di baseball, sia di softball, siano degli elementi fondamentali a supporto di questa candidatura. È anche per questo motivo che questa presentazione, fatta nella nostra Sala Giunta, il cuore del CONI, vuole essere anche di buon auspicio. Nelle ultime settimane, durante il World Baseball Classic , alla fine del partite ho sempre chiamato il Presidente Fraccari per dimostrargli la soddisfazione, mia personale e del mondo dello sport italiano. Ho imparato ad apprezzare il lavoro e risultati della Nazionale e quindi vi posso assicurare che saremo sempre, sempre, sempre al vostro fianco, perché lo sport in Italia deve passare attraverso la crescita e il consolidamento del lavoro che è stato fatto da decenni da questa Federazione ”.
L’intervento del Presidente del CONI, Malagò , si chiude con una battuta su Roberto Fabbricini, ex Direttore Esecutivo della IBAF, ora Segretario Generale del CONI, “rubato a Riccardo” dice Malagò “al quale sto cercando con molta difficoltà di far capire questo sport, con ripetizioni private”. Una battuta che si sposa perfettamente con il momento successivo, quando Riccardo Fraccari ha regalato una maglia ufficiale della Nazionale di Baseball, che reca il suo nome sulle spalle (nella foto sotto, di Corrado Benedetti/Oldmanagency,Malagò soddisfatto del nome sulla maglia alla Presentazione FIBS (CB-Oldmanagency) la soddisfazione del Presidente Malagò nel leggere il proprio nome stampato sulla maglietta )
La pallina passa poi nel guantone del Presidente Fraccari il quale parte prima dal World Baseball Classic, rileggendo alcune frasi della suo discorso introduttivo alla manifestazione: “Inizia per la nostra Federazione la terza avventura nel WBC. Partecipare a questa manifestazione è certamente un privilegio, ma indubbiamente è anche un impegno notevole per le persone che sono coinvolte, nella fase organizzativa prima e nella gestione del torneo successivamente. La nostra volontà è non lasciare nulla di intentato per ottenere il miglior risultato possibile. Visto che nello sport si gioca sempre per migliorarsi, è evidente che il passo successivo rispetto al passato sarebbe ottenere la qualificazione al secondo turno. Quello che abbiamo pensato” continua Fraccari “si è avverato completamente. Siamo stati gli unici a perdere di un punto con la Repubblica Dominicana, Campione del Mondo. Questi sono i risultati arrivati grazie a un progetto che parte da molto lontano, che passa attraverso il lavoro dell’Accademia di Tirrenia, sulla quale la Federazione sta investendo moltissimo, sia economicamente, sia per lo sforzo di chi lavora al progetto. In accademia dove ci sono ragazzi che studiano e imparano. Alcuni di loro hanno già firmato contratti con squadre professionistiche americane. Il nostro investimento, sia come FIBS sia come IBAF è rivolto a un progetto che come obiettivo quello di cercare di raggiungere altri grandi risultati sportivi con atleti, il più possibile, italiani. Sappiamo che questo processo potrebbe avere tempi più lunghi, ma è il nostro obiettivo più importante”.
C’è il momento degli elogi, ma c’è anche quello della “sana critica”. Proseguendo Fraccari si riferisce al campionato italiano: “sento parlare della possibilità di salvare lo sport italiano con i campionati senza promozioni e retrocessioni, ecco il Baseball e il Softball lo fanno già da 5 anni. Per questo vorrei fare i complimenti anche ad Andrea Abodi (ndr alla presentazione c’è anche l’attuale Presidente delle Lega Serie B, ex Direttore Generale del Comitato Organizzato del Mondiale di Baseball 2009), che ha introdotto nella Serie B del calcio italiano il salary cap. Se posso chiedere qualcosa al CONI è quello di cercare di superare il concetto di “mono-cultura” calcistica che abbiamo per cercare di dare l’opportunità allo sport italiano di dimostrare il meglio di quello che ha”.
La strada tracciata dai risultati della Nazionale di Baseball deve essere percorsa ancora: “lo faremo” dice Fraccari “ripartendo in ottobre con il Club Italia, mandando i nostri atleti a lavorare in giro per il mondo e poi a febbraio del 2014 con lo spring training per preparare un altro Campionato Europeo, per il quale vorremmo confermare le vittorie delle ultime due edizioni”.
Da ultimo il Presidente Fraccari parla della IBL: “è indubbio che la condizione economica del paese sia faccia sentire in tutti i campi. Tutti gli sport ovviamente e anche noi. Abbiamo cercato, riducendo il numero di partite, di dare un cambio di rotta. Lo abbiamo fatto con i piedi per terra e lo abbiamo fatto per cercare di contenere i costi, ma allo stesso tempo questo ci ha permesso di aumentare il numero squadre che parteciperanno al campionato. Io sono convinto che il campionato che inizia sotto la brutta stella delle condizioni economiche generali del Paese sarà comunque un grandissimo campionato”.
L’ultimo pensiero di Fraccari va ai progetti giovanili: “Non so quante altre federazioni partecipino, come faremo noi anche quest’anno, a manifestazioni internazionali con formazioni giovanili, under 12 o under 15. Puntiamo sui giovani: è la nostra mission”.
LE FOTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE 2013
tra poco sul sito gli interventi delle altre personalità presenti alla Sala Giunta del CONI

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto