Moreno Beach: VI Torneo di beach rugby “Cinghiali Marini”

Altre Notizie

 

Più di 200 rugbisti si contendono il trofeo "Cinghiali Marini" sulla sabbia di Marina di Grosseto

 

Più di 200 atleti, quindici squadre maschili e quattro femminili. Sono i numeri del VI Torneo di beach rugby "Cinghiali marini" che si svolgerà per tutta la giornata di sabato 30 giugno allo stabilimento balneare Moreno Beach di Marina di Grosseto.

Nel rettangolo di sabbia di fianco al bagno sono stati allestiti due campi gara, di 40 x 30 metri, e un grande telo ombreggiante per far prendere fiato ai giocatori. Il beach rugby è una disciplina spettacolare e divertente, ma molto tecnica e massacrante dal punto di vista fisico. Anche quest'anno la squadra da battere saranno i King's Dick di Piombino, vincitori delle ultime edizioni del torneo, e sulla carta le squadre che possono sfidarli sono Sesto Fiorentino (della franchigia dei Cavalieri di Prato), Saraceni Segnini e i ferraresi Cavallo di Bastoni, squadra di Serie B dove milita il ventenne talento grossetano Lorenzo Bondoni. I grossetani del Futura Grosseto Rugby Club metteranno in campo due squadre: i Cinghiali Marini, con i giocatori della squadra di C2, e i Buristo Boys, composta prevalentemente dagli Old e un innesto di lusso come il pilone grossetano che gioca in serie B con il Piombino, Marco Comandi.

La manifestazione organizzata dal Futura Grosseto Rugby Club, inoltre, quest'anno avrà un'appendice dedicata alla solidarietà, grazie alla raccolta di fondi dedicata all'associazione Parent Project Onlus, che sostiene la ricerca scientifica per curare la distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Al gazebo dell'associazione sarà infatti possibile acquistare un biglietto per partecipare ad una lotteria di beneficenza, con primo premio un soggiorno di una settimana per due persone.

«Il nostro torneo - spiega il presidente del Futura Rugby Club, Andrea Benvenuti - è oramai un punto di riferimento per gli appassionati di tutto il centro Italia, e rappresenta anche un veicolo di promozione turistica del nostro territorio. Sotto il profilo sportivo, è un'occasione unica per vedere all'opera alcuni dei migliori giocatori italiani del circuito nazionale di beach rugby. Atleti che in inverno militano nei campionati nazionali di serie A e B. colgo anche l'occasione per ringraziare Matteo Bertelli, che si è prodigato per la riuscita della manifestazione».

Come consuetudine la giornata si concluderà con la cena del Terzo tempo, durante la quale le squadre si sfideranno con canti goliardici e bevute, e infine tutti a ballare fino a tardi. Oltre ai premi per i primi classificati, ci sarà anche un "cucchiaio di legno" nostrano per gli ultimi.

Questo il programma del torneo: ore 10.00 check in; ore 10.30 breafing arbitrale; ore 11.00 inizio fase eliminatoria; ore 12.00 inizio tornei plate, silver e gold; ore 13.00 pausa pranzo; ore 15.00 torneo femminile; ore 19.30 finale plate; ore 20.00 finale silver; ore 20.30 finale gold; ore 21.00 terzo tempo e premiazioni; ore 22.30 musica e balli.

Squadre maschili: King's Dick (Piombino), Saraceni Segnini (Segni), Botoli Ringhiosi (Arezzo), Arieti (Arezzo), Valdarno (Arezzo), Clanis (Cortona), Chianti Seven-Sesto Fiorentino (2 squadre), Cavallo di Bastoni (Ferrara), Empoli, Valdisieve, Zanzaroni della Val di Merse (Siena), Buristo Boys e Cinghiali Marini (Grosseto).

Squadre femminili: Velenose (Ferrara), Piombino, Terni, Empoli/Prato

a distrofia muscolare di Duchenne e Becker è una grave patologia genetica degenerativa dovuta all'assenza di una proteina, detta Distrofina. E' la forma più grave tra le distrofie muscolari diffusa nei bambini e si manifesta già intorno ai 2 - 3 anni di vita. La conseguenza clinica è una progressiva diminuzione della forza muscolare con conseguente perdita delle abilità motorie. Per questa malattia rara non esiste una cura ma, grazie a un trattamento multidisciplinare, è possibile migliorare le condizioni generali e raddoppiare le aspettative di vita.

Parent Project Onlus, attiva in Italia dal 1996, lavora per accelerare il raggiungimento di una terapia e diffondere le migliori opportunità di trattamento necessarie per garantire la qualità della vita a tutti i 5000 pazienti che, in Italia, sono affetti dalla patologia. Per sostenere i pazienti e le loro famiglie, dal 2002 ha aperto il Centro Ascolto Duchenne, una rete di professionisti che seguono direttamente circa 600 famiglie.  Il CAD, che si può contattare attraverso il Numero Verde 800 943 333, ha sede in Lombardia, Piemonte, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna.  Per informazioni: 06-66182811 - www.parentproject.it.

Per conoscere le attività di Parent Project onlus in Toscana, si può contattare il CAD di Calenzano (FI): cadtoscana@parentproject.it - 055 0129054; oppure si può contattare il delegato regionale dell'Associazione, Cinzia Fantozzi, al numero 0586-898544.

Ufficio stampa Parent Project Onlus Tel. 06 66182811- stefania Collet - ufficiostampa@parentproject.it - Francesca Bottello - f.bottello@parentproject.it

 

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto