L'Albinia non sbaglia un colpo. 3-1 al Certaldo e il Badesse a soli quattro punti

Altre Notizie

ALBINIA: Bigoni, Scotto, Rosati, Sgherri, Conti, Lorenzini, Masini (32' st Chiatto), Zaccariello, Nieto ( 12' st Schiano), Anichini (40' st Bianchi), Coli. A disposizione: Saletti, Corridori, Dell'anno, Gleb. All. Tommasi.

CERTALDO: Nigi, Pampalone, Profita, Giani, Martinovic, Messeri, Arfaioli, Bartali, Latini, Mori, Almonti (24' st Balici). A disposizione: Orefice, Cameli, Calossi, Bartolotta, Guazzini. All. Deri

ARBITRO: Cuppone di Pisa

RETI: 7' Nieto (su calcio di rigore), 17'st Coli, 36' st Mori, 38' st Schiano.

ALBINIA- Continua il momento d'oro dell'Albinia che al Combi rifila tre pappine ad un Certaldo non trascendentale, costretto a giocare in inferiorità numerica per quasi tutta la partita. L'episodio chiave della partita , come detto al quinto minuto , con Martinovic che nell'intento di anticipare nella propria area un attaccante maremmano, commette fallo. L'arbitro, forse con un pizzico di troppa severità, oltre a concedere il rigore estrae il cartellino rosso e manda anzitempo negli spogliatoi il difensore viola. Nieto , buono il suo rientro in campo dopo un mese e mezzo di assenza , si incarica della battuta , spiazza Nigi e sigla l'1-0. Il Certaldo accusa il doppio ko e sparisce dalla partita. L'Albinia, questo l'unico vero errore della gara , invece di cercare il gol della sicurezza , si specchia troppo su se stessa e combina poco o nulla. Tanto che dal gol di Nieto fino alla fine della prima frazione di gioco l'unico vero tiro verso la porta avversaria è di Anichini che colpisce il palo alla destra di Nigi. La ripresa si riapre sul 1-0 , con i viola probabilmente strigliati dal proprio allenatore durante l'intervallo che iniziano con un piglio decisamente diverso. Al 4' Bigoni sale in cattedra, l'estremo maremmano respinge d'istinto un tiro di Arfaioli da due metri. Lorenzini e company capiscono che devono cambiare passo per non rischiare guai e l'Albinia cresce. Al 7' , schema su punizione dei maremmani che libera Anichini davanti a Nigi costretto ad autentico miracolo per salvare la sua squadra dalla capitolazione. L'Albinia vuole mettere al sicuro il risultato , macina gioco e al 17' trova il secondo gol: azione in velocità dalla tre quarti , palla a Schiano ( subentrato a Nieto) che si invola sulla destra , traversone rasoterra al centro dell'area viola, Conti arriva dalle retrovie di gran carriera e fa il 2-0. I rossoblù prendono fiato, ricominciano a far girare il pallone anche perchè il Certaldo sembra arrendersi. Sembra, perchè al 36', sugli sviluppi di un calcio di punizione, Mori dai trenta metri trova,con una botta tremenda , il sette alla destra dell'incolpevole Bigoni e dimezza lo svantaggio. La fortuna, o meglio la bravura dei rossoblù,è quella di ritrovare solo dopo due minuti il go del 3-1 , quello che di fatto chiude la gara. A siglarlo Schiano , che raccogle acentro area un assist di Anichini che non si può sbagliare . Il bomber santostefanese infatti non sbaglia e si dimostra un vero killer dell'area di rigore.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto