Albinia da sogno, San Donato irriconoscibile. Finisce 3-0 per gli uomini di Tommasi

Altre Notizie

ALBINIA: Curti, Mecarozzi, Rosati, Conti, Lorenzini, Lucherini, Masini (34' st Chiatto), Nieto (34 ' st Zaccariello), Anichini (43' st Bianchi), Coli. A disposizione: Bigoni, Breschi, Corridori, Gleb. All. Tommasi.

SAN DONATO: Storai, Agnelli, Canuzzi (25' st Ciavattini), Mattia Tamalio, Savini, Verde, Andrea Negrini, Rigutini (34' st Pier Silvio Tamalio), Marco Amorevoli (19' st Pira), Rispoli, Vigni. A disposizione: Giacomo Amorevoli, Cardelli, Niscio. All. Cinelli

ARBITRO: Baschieri di Lucca

RETI: 4' st Anichini, 33' st Coli, 48' st Zaccariello

ALBINIA- Davanti ad una cornice di pubblico delle grandi occasioni, l'Albinia fa suo il derby lagunare contro il San Donato , si impone per 3-0 e spezza sul nascere le velleità dei cugini di superarli in classifica. E porsi come squadra leader del calcio dilettantistico maremmano. Un passivo troppo pesante per biancoverdi di Cinelli , che hanno meritato la sconfitta giocando senza dubbio la peggior gara dall'inizio del campionato. Di contro i ragazzi di mister Tommasi , che sin dall'inizio hanno mostrato di aver e un impatto diverso sulla partita che hanno condotto da grande squadra per tutti i novanta minuti., meritandola di vincere. Basti pensare che Curti, di fatto , non è mai dovuto intervenire in tutta la gara, salvo in una azione dove il numero uno rossoblù si è disimpegnato alla grande, con l'arbitro però che ha ritenuto di intervenire per fischiare un fuorigioco. Parte alla grande l'Albinia che con Canuzzi , già al quarto minuto porta scompiglio in area biancoverde, in questo caso la difesa ospite alla fine ha la megli. Il San Donato sembra come stordito, non riesce ad entrare in partita, i rossoblù guidati dall'intramontabile Sgherri, da Lorenzini e con un Nieto in grande spolvero , hanno una marcia in più. Proprio il centravanti maremmano al 7, riceve palla al limite dell'area ,si gira , tira , Storai para in due tempi. I binacoverdi , troppo brutti, per essere veri, cercano di ripartire in contropiede, con traversoni che dalla tre quarti cercano di trovare la davanti Rispoli e Andrea Negrini . Una tattica che non paga , perchè mette la difesa di casa nella condizioni di giganteggiare. La squadra di Tommasi , padrona del campo, ha la possibilità di andare in vantaggio ancora al 10' , Anichini ( ottima la sua gara) calcia una punizione che sfiora il palo alla sinistra di Storai, poi ancora Albinia, con Sgherri che al 18' di testa , da buona posizione,spedisce a lato un pallone che di solito mette in rete. L'Albinia preme, in campo , una solo squadra, e per i padroni di casa le occasioni fioccano. Al 26' azione spettacolare sull'asse Anichini- Nieto , scambi in area tra i due , la palla buona arriva ad Anichini che di poco spedisce a lato. Al 33' altra occasione per l'Albinia , questa volta è Gian Marco Conti che alla pari del suo capitano , da buona occasione colpisce di testa ma la palla va fuori. E poi ancora Anichini, che mette paura alla difesa ospite al 36', con un gran tiro che sfiora la traversa. Le squadre chiudono il primo tempo sullo 0-0- La ripresa comincia con un San Donato che sembra essere più intraprendente, l'Albinia in una classica azione di contropiede confeziona il vantaggio. Nieto riceve la palla , punta l'area avversaria, finta il tiro e invece apre a destra per l'accorrente Anichini, che fa fuori il suo diretto avversario e con un sinistro deciso fulmina l'incolpevole Storai, 1-0. Il San Donato scosso dal vantaggio dei padroni di casa abbozza una reazione che però non pare non lucida, ed più frutto della rabbia ed infatti , tranne che un tiro di Negrini abbondantemente fuori dai pali difesi da Curti, il San Donato non fa. Il centrocampo è chiaramente in mano ai rossoblù, Rispoli e Andrea Negrini sembrano la contro figura degli attaccanti che siamo abituati solitamente a vedere, come tutti i loro compagni sono in chiara difficoltà. Cinelli , fa uscire Marco Amorevoli per Pira che sembra portare un pizzico di vivacità all'azione dei biancoverdi,ma non è cosa. L'Albinia diventa cinica e prima con Coli al 33' va sul 2-0 e poi con Zaccariello chiude definitivamente i conti andando sul 3-0. Il fischio finale e l'urlo di gioia dei ragazzi di Tommasi a centrocampo chiudono una giornata che nelle frazioni di Albinia e San Donato in molti ricorderanno, per le emozioni che ha saputo dare, prima durante e certamente anche dopo quando gli sfotto la faranno da padrone in attesa del ritorno al Burioni. Ma questa è tutta un 'altra storia.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto