Maurizio Santori e Andrea Negrini. La parola al presidente ed all'attaccante della capolista San Donato

Altre Notizie

 

Il San Donato difende il primo posto in classifica ottenendo una pesante vittoria al Maracanà di Porto Santo Stefano con una rete firmata da Andrea Negrini. Dopo nove giornate il San Donato guida la classifica ed è l'unica squadra ancora imbattuta. Nell'occasione abbiamo realizzato una doppia intervista, al presidente Maurizio Santori ed al bomber Andrea Negrini. Iniziamo con le domande a Santori.

  • Presidente, quanto è importante la vittoria contro l'Argentario?

  • Molto. Quella di Porto Santo Stefano era una trasferta complicata e difficile, l'abbiamo superata a pieni voti. Permettetemi di rivolgere un elogio particolare al nostro allenatore Giorgio Guidi che sta dimostrando di essere all'altezza della situazione e merita tutto il nostro apprezzamento.

  • Si profila una corsa a due tra il San Donato e la Castiglionese?

  • E' ancora troppo presto per parlare di fuga che coinvolge soltanto due squadre. Credo che molte formazioni possono ancora rientrare in corsa, in particolare penso al Fonteblanda ed al Pienza che sono due complessi molto validi e con una distanza di poche lunghezze dalla vetta.

  • Quanto la rende soddisfatto il primo posto in classifica?

  • Ovviamente essere primi è motivo di soddisfazione. Però tale gratificazione non sarebbe completa se non tenessimo conto di altri due aspetti. Innanzitutto siamo rimasti l'unica squadra grossetana ancora in competizione nella coppa Toscana. Nel prossimo turno dovremo vedercela con il Piombino e ce la metteremo tutta anche perchè rappresenteremo l'intera provincia. L'altro motivo di soddisfazione è legato alla constatazione che abbiamo un gruppo di giocatori molto unito. Può sembrare una frase fatta ma la realtà è questa, certo risultati si raggiungono anche con la forza del gruppo.

     

    Adesso il pensiero di Andrea Negrini.

  • Andrea, hai segnato un gol molto pesante contro l'Argentario...

  • Sapevamo che non era una partita semplice ed infatti è stato così. Una gara combattuta, maschia, con toni agonistici elevati che abbiamo saputo interpretare molto bene giocando a trazione offensiva senza paura.

  • L'Argentario recrimina per un rigore non concesso. Cosa ne pensi?

  • Chi mi conosce sa che non amo nascondermi dietro frasi di circostanza. Mi piace la sincerità per cui non ho problemi a dire che c'era un calcio di rigore a favore dell'Argentario che non è stato concesso. Con altrettanta franchezza aggiungo che Costanzo ha fatto un fallo sul sottoscritto che andava sanzionato con il cartellino rosso. Nel calcio ci stanno questi errori di valutazione.

  • Ancora una domanda. Non segnavi da alcune settimane, questa rete ti infonde ancora più fiducia?

  • Il gol è stato particolarmente importante perchè è arrivato all'ultimo minuto del primo tempo, quindi ci ha permesso di andare al riposo in vantaggio e con la prospettiva di riorganizzare le idee durante l'intervallo. Sul piano personale segnare è motivo di soddisfazione, peraltro Luca (Negrini ndr) è capocannoniere con 10 gol e stiamo andando molto bene entrambi, però ciò che conta maggiormente è il successo della squadra, e finora i conti tornano alla perfezione.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto