Cinque squadre nell'arco di un punto. Il campionato di prima categoria si scopre sempre più avvincente

Altre Notizie

 

Quello di prima categoria si sta confermando un campionato bellissimo e avvincente. Dopo cinque giornate un solo punto divide cinque squadre al comando della classifica e l'equilibrio rende tutto ancora più affascinante. In vetta c'è la coppia composta dal San Donato e dalla Castiglionese che ha sostituito quella formata la scorsa settimana dallo stesso San Donato e dal Manciano caduto ad Alberese. Questa la situazione al vertice: Castiglionese e San Donato 13 punti, a seguire Manciano, Batirose e Braccagni a quota 12. Per Nicola Francioli il ritorno nella sua Alberese è stato amaro. Il Manciano è uscito sconfitto dal campo per 1 a 0 ed i biancorossi hanno visto interrompere la striscia di imbattibilità. Per l'Alberese non è stata soltanto una vittoria di prestigio ma principalmente i tre punti conquistati sono stati salutari per la classifica. Inoltre il gol partita porta la firma prestigiosa di Carlo Saleppico che a 41 anni ha avuto l'intelligenza e la bravura di ritagliarsi un ruolo fondamentale nella fase finale della partita. Mister Emiliano Romagnoli lo ha spedito in campo a metà del secondo tempo e dopo un paio di minuti dal suo ingresso in campo Saleppico ha realizzato un eccezionale gol di testa. Un gol che rigenera l'Alberese ed ha il sapore della beffa per Nicola Francioli che deve rimandare ad altra data il perfetto ruolo dell'ex. Il San Donato si conferma squadra di rango sul campo del Montieri che oggi aveva preparato la partita con molta determinazione. La squadra di Claudio Giannoni è scesa in campo convinta di poter centrare la prima vittoria. Il bomber Yuri Cinci (nella foto) ha segnato il suo primo gol stagionale portando in vantaggio il Montieri. C'è voluta l'ennesima prodezza di Luca Negrini per riportare in parità la partita. Per Luca Negrini si tratta del settimo gol in cinque partite di campionato, il bomber biancoverde è in forma strepitosa. Se c'era necessità di una conferma da parte della Castiglionese non c'è stato bisogno di attendere troppo. La squadra di Michele De Masi ha fatto ciò che ha voluto sul campo del Ponte d'Arbia, imponendosi con un risultato che non ammette repliche (0-3), trovando la via del gol con i sigilli di Lupi, Manetti e Pedroni. Sono definitivamente entrate a far parte del team dei grandi il Batirose ed il Braccagni. Il Batirose si esprime sempre più come vuole il suo allenatore Corrado Tosini. Contro un ottimo Pienza decide il rigore di Angelini, la squadra biancoverde amministra la partita riducendo al minimo i rischi e arrivando vicino al raddoppio con Magnani. Grande colpo del Braccagni che espugna meritatamente il Maracanà di Porto Santo Stefano per 3 a 2, ridimensionando l'Argentario ma soprattutto facendo capire di quale pasta è fatta la squadra di Mister Chiofalo. Le reti del Braccagni sono state realizzate da Ferrara, Francesco Pieri e da una autorete di Alocci. Per l'Argentario sono andati a segno Gabrielli e Alocci. Da segnalare l'ottima prestazione nella formazione del Braccagni dei due giovani classe 1993, Castriconi e Scotto, entrambi di Porto Santo Stefano ma tesserati con il Braccagni. Nelle altre partite si segnalano significative vittorie in trasferta. Il Fonteblanda mette in riga l'Aurora Pitigliano per 4 a 2. La squadra di Marco Ferrante apre le marcature con Schiano, poi arriva il raddoppio di Maggio per il 2 a 0 a favore del Fonteblanda con cui si va all'intervallo. Nella ripresa ancora Schiano arrotonda il punteggio sul 3 a 0. L'Aurora Pitigliano prova a riaprire la partita con il giovane Pizzinelli. Quindi arriva su calcio di rigore il gol dell'ex Marco Servidei, tornato in campo dopo nove mesi di assenza a causa di un grave infortunio. Sul 2 a 3 l'Aurora Pitigliano ci crede e si getta in avanti esponendosi al contropiede del Fonteblanda. Proprio in una di queste ripartenze Nicola Pedone è impeccabile mettendo il sigillo al risultato finale di 4 a 2 per il Fonteblanda che esulta e vede i bagliori della scorsa stagione quando la squadra del presidente Gerardo Melchionda era irresistibile. Per l'Aurora Pitigliano inizia la fase della riflessione. Dopo le prime tre partite archiviate senza nessun gol al passivo, negli ultimi due match i gialloblù hanno incassato addirittura sei reti, forse qualcosa è da rivedere. L'altro colpaccio esterno è dell'Orbetello che dopo la partenza shock in campionato sembra aver trovato un passo spedito. L'undici allenato da Alfredo Carotti passa a Casciano di Murlo per 2 a 1, le reti lagunari sono opera di Mida e Scarano. Poi sale in cattedra il solito Vincenzo Sabatini, veterano soltanto all'anagrafe. Il portierone compie alcuni interventi strepitosi, deve capitolare soltanto nei minuti finali subendo un gol in sospetto fuorigioco. La vittoria però arriva in porto per la gioia dei supporters biancocelesti tra i quali si distingue l'assessore comunale Alessandro Ragusa. Vince anche il Monterotondo per 1 a 0 ad Abbadia San Salvatore, il gol decisivo è realizzato da Toscanelli. La squadra di Mister Ballerini si impone con pieno merito incamerando i primi tre punti del campionato e vedendo all'orizzonte un futuro roseo. L'Amiata invece resta inchiodata a quota zero e per gli amaranto la strada diventa tutta in salita.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto