Post Scriptum di Stefano Rosini

Altre Notizie

Di Stefano Rosini

In settimana mi sono letto l'intervista di Osvaldo Bagnoli. Non ricordavo. 30 anni fa il Verona vinceva lo scudetto. Chi non lo ricorda?

Proprio per questo dedico il mio post scriptum all'amarcord.

Le rose erano di 15-16 giocatori più qualche giovane che facevano si che anche squadre di seconda terza fascia potessero permettersi talenti (anche perchè si giocava molto meno quindi uno forte non stava a fare la panca nello squadrone). Partite tutte insieme alla domenica oscillando, a seconda della stagione, tra le 14.30 e le 16.00\ 16.30 ,sempre di pomeriggio comunque. Mercoledi di coppa (coppe ad eliminazione diretta,non fasi a gironi). Giocatori che si identificavano con una maglia, con una squadra....calciatori all'apparenza normali non superingellati,tatuati come mohicani o con le creste più incredibili.

Anche niente procuratori, niente veline, non 10.000 tra opinionisti e commentatori televisivi, niente tessere del tifoso, niente biglietti nominativi, niente portiere con numero di maglia 99, niente 6 arbitri, niente panchina lunghissima, solo uno sponsor sulla maglietta e non 4/5 come adesso, nessuna conferenza stampa inutile prima e dopo la partita ecc.

La settimana calcistica iniziava il sabato pomeriggio con Dribling, proseguiva la domenica con il calcio minuto per minuto alla radio, 90 minuto nel tardo pomeriggio e la domenica sportiva in tarda serata, e si concludeva l'indomani con il Processo del Lunedi.

Bella storia di un calcio che fu e più non sarà...

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto