Post Scriptum di Stefano Rosini

Altre Notizie

Tutti criticano sempre Platini per tutto ma che mi risulti è stato l'unico dell'establishement che ha detto apertamente che Neuer avrebbe meritato di vincere, il che è vero agli occhi di ogni sportivo che conosca un po' la storia del calcio.
Non mi ha mai veramente appassionato il Pallone d'Oro già nella vecchia formula, figuriamoci poi dopo aver visto assegnazioni come quella di Owen o Sammer. Ricordo giocatori che per meriti e vittorie se lo meritavano alla stragrande e non lo hanno avuto (penso agli anni incredibili di Maldini e Baresi in successione ad esempio).
Questa assegnazione, la terza per Cristiano Ronaldo , ci può stare logicamente tutta, lui è un fuoriclasse del calcio e quest'anno ha giocato da dio, segnato una marea di gol, trascinato alla vittoria il Real (non ha trascinato però la nazionale, facile fare i" fenomeni "quando sei contornato di campioni).
Il calcio è un gioco di squadra. I tedeschi hanno vinto proprio per l'eccellenza in gruppo.
Sicuramente l'assegnazione a Neuer era, a parer mio, quella più equa e giusta: ha parato l'impossibile col Bayern e con la nazionale, ha vinto il mondiale, il campionato, ottimo piazzamento in Champions.Le sue parate sono state spesso decisive, l'equivalente di gol fatti da un attaccante.
In più non é solo un genio in porta ma anche una persona estremamente equilibrata e come tale il vero vincitore morale.
Quindi se il Pallone d'Oro deve prima di tutto essere assegnato a un attaccante, che senso ha inserire portieri e difensori? Quando ormai si sa che i primi mai lo vinceranno e i secondi lo possono vincere di tanto in tanto?

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto