Post Scriptum di Stefano Rosini

Altre Notizie

Da tempo si parla della tecnologia come aiuto agli arbitri..
Affinchè la tecnologia possa essere un supporto utile dobbiamo capire quali soluzioni si vogliono sviluppare

Certamente nulla vieta di fare esperimenti, ma bisogna anche rendersi conto del fatto che un abuso della tecnologia cambierebbe le partite come noi le intendiamo oggi. Il gioco ad esempio sarebbe molto più spezzettato e con interruzioni frequenti, per dare la possibilità al direttore di gara di rivedere l'ultima azione. Ci sono insomma una serie di controindicazioni da valutare per evitare che il calcio si allontani troppo dallo sport che siamo abituati a seguire. Qualsiasi sforzo per risolvere certi casi limite va apprezzato, ma ogni soluzione va poi studiata e codificata a dovere. A mio parere, occorre soprattutto discutere su altri argomenti come la cultura e l'etica dello sport per far passare a chi vede le partite un messaggio diverso. Ad esempio, credo sia più importante avere stadi belli e accoglienti per far sì che la gente possa davvero assistere ad uno spettacolo particolare e divertirsi anche se la propria squadra non vince, piuttosto che impianti fatiscenti, obsoleti e spesso scomodi se non addirittura pericolosi. È vero che il calcio deve progredire e che la tecnologia offre molti strumenti in questo senso, ma penso sarebbe più utile applicarla ad altri aspetti che esulano dalla partita in sé e riguardano prima di tutto le strutture.
E proprio per questo io sono contrario alla tecnologia in quanto renderebbe il calcio troppo diverso dallo sport a cui siamo abituati.

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto