Post Scriptum di Stefano Rosini

Altre Notizie

All’estero, ma soprattutto in Spagna ed in Germania, l’obiettivo unico è proporre calcio,” giocare bene”.

Ma non è l’unica differenza che si riscontra con il calcio italiano, la più importante è la mentalità.
In queste nazioni la prima domanda che rivolgono agli ‘educatori’, loro non li chiamano allenatori, è come ha giocato la squadra. In Italia invece si chiede solo se abbiamo vinto o perso.
Una differenza importante.

Sono i dettagli la chiave del successo: prendiamo la scelta dei ragazzi che vanno a comporre le giovanili: “In Spagna prima viene la tecnica, la mentalità e la velocità di azione; in Italia invece se non hai fisico possente non vieni nemmeno preso in considerazione. E i risultati si vedono”.
Bello sarebbe avere una cultura dove il risultato a livello giovanile passa in secondo piano........le squadre italiane guardano solo i 3 punti.
Ultimo esempio in ordine di tempo.....spiegatemi cosa significa portare uno come Petagna al Viareggio!
Il Viareggio è un torneo che ha come finalità mettere in mostra giocatori categoria primavera, schierare un giocatore come Petagna che gioca tutto l’anno in serie A, ha solo il senso che vuoi vincere facile.
Il Real Madrid e il Barcellona non partecipano al Viareggio perché altrimenti lo dovrebbero fare con gli allievi visto che per il Torneo di Viareggio i loro giocatori sono già professionisti .
Bisogna giocare bene, fare calcio propositivo, i risultati poi saranno la naturale conseguenza

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto