Torna al Casa Mora, inizio ore 20,45, per la prima gara del 2012 il Ciabatt

Altre Notizie

Di Enrrico Giovannelli

CASTIGLIONE. Torna al Casa Mora, inizio ore 20,45, per la prima gara del 2012 il Ciabatti: l'avversario è il Pordenone dell'ex Federico Paghi, per la seconda giornata di ritorno della serie A2. Il Castiglione non ha iniziato benissimo dopo la pausa natalizia: sconfitta a Bassano seppur con diverse attenuanti (molte recriminazioni sull'arbitraggio). E contro i friulani, all'andata l'incontro si chiuse sul 5-5 con i biancocelesti in rimonta (reti di Naldi, Brunelli, Muglia 2 e Tisato) non sarà però un impegno facile, considerato che i bluarancio hanno battuto a domicilio l'Amatori Vercelli, dimostrando di essere in gran forma  e vogliosi di risalire la classifica che li vede al nono posto a 12 punti (Castiglione quinto a 19). Anche la squadra maremmana ha però voglia di ripartire, come ha confermato l'allenatore Filippo Guerrieri: «Ricordo che all'andata fu una partita un po' strana, dove venimmo fuori alla distanza. Il Pordenone ha elementi interessanti come Zucchiatti e Pilati, oltre all'ultimo rinforzo Alessandro Franchi arrivato dal Follonica. Sarà un match difficile, da saper interpretare con sagacia e caparbietà». Una sfida sulla carta molto equilibrata con il Castiglione che può vantare una difesa migliore, con il Pordenone che dispone delle bocche da fuoco Davide Zucchiatti 22 gol, e Edoardo Pilati, 20 reti, giovani temibilissimi. In settimana Guerrieri ha potuto recuperare gli acciaccati: assente però Stefano Salvini, debilitato dalla febbre. Della partita anche il portiere Petrov, reduce dall'operazione alle tonsille, ma abile e arruolato. In netta ascesa di forma Samuele Muglia, e soprattutto Luigi Brunelli (gran gol a Bassano). Arbitra Matteo Galoppi di Follonica.

Cinque anni fa Federico Paghi, attuale tecnico del Pordenone, iniziò la sua avventura alla guida del Castiglione in serie A1 per due stagioni. Per la prima volta, è stato anche portiere dei maremmani, torna al Casa Mora da avversario: «Considero il Castiglione una squadra forte e ben bilanciata, ma sicuramente di qualità. Certo non sarà una partita facile per me dal punto di vista emotivo: tornare sulla pista che mi ha rilanciato da allenatore sarà un bell'effetto. Sarò sempre grato alla società, e ai fratelli Pericoli per l'opportunità che mi hanno dato».

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto