Non finisce di stupire il Ciabatti: anche a Sandrigo la truppa di Filippo Guerrieri gioca in maniera impeccabile, e infila la prima vittoria esterna della stagione per 5-3

Altre Notizie

 

Fonte Enrico Giovannelli

SANDRIGO HOCKEY: Riccardo Pozzato, (Manuel Cortese); Michele Crovadore, Tony Manfrin, Francesco Gasparotto, Alessandro Barbiero, Federico Menin, Alessandro Fabris, Daniele Meneghini, Alberto Pozzato. All. Roberto Zonta.

CIABATTI CASTIGLIONE: Marco Bandieri, (Giorgio Petrov); Francesco Borracelli, Stefano Salvini, Luigi Brunelli, Luca Matassi, Lorenzo Naldi, Samuele Muglia, Marco Tisato, Michele Nerozzi. All. Filippo Guerrieri.

ARBITRO: Damiano Chiminazzo di Vicenza.

RETI: p.t. (0-2) 9’11 Naldi (C), 19’58 p.p. Salvini (C); s.t. 8’17 Naldi (C), 13’51 Fabris (S), 16’21 e 21’48 Meneghini (S), 22’53 p.p. Salvini (C), 23’43 Borracelli (C).

NOTE: spettatori 150 circa; espulsioni temporanee, 2’, per Crovadore, Naldi, Guerrieri, e Fabris.

SANDRIGO. Non finisce di stupire il Ciabatti: anche a Sandrigo la truppa di Filippo Guerrieri gioca in maniera impeccabile, e infila la prima vittoria esterna della stagione per 5-3, consolidando il secondo posto in classifica. Ma non è stata però una passeggiata per i biancocelesti: il Sandrigo, e anche gli innumerevoli falli fischiati da un incerto Chiminazzo, non hanno scoraggiato i castiglionesi. L’inizio è stato tutto a favore del Castiglione, capace di gestire a piacimento la pallina, e di trovare sbocchi davanti a Pozzato. Naldi, come un falco, sfrutta la corta respinta del portiere per insaccare l’1-0 dopo dieci minuti. La gara scorre veloce, anche se i falli iniziano ad essere un fattore negativo per i maremmani, mentre per i padroni di casa il solito intervento rimane impunito. Quasi al 20’ un blu tocca però a Crovadore. Salvini è perfetto, e su punizione insacca il 2-0, risultato con il quale le squadre vanno al riposo. Un primo tempo giocato senza fronzoli dal Castiglione, con il vantaggio più che meritato, con il solito Bandieri puntuale nel fermare le avanzate locali. Anche nella ripresa Castiglione reattivo. Il 3-0 scaturisce da una conclusione dalla lunga distanza di Matassi: Pozzato respinge come può, e Naldi, ancora nel posto giusto, non si lascia scappare l’occasione per il 3-0. A questo punto il Sandrigo si scuote. Fabris e Meneghini in meno di tre minuti riportano sotto i suoi. Un blu tocca anche a Naldi: Crovadore però spreca la punizione. In inferiorità numerica il Castiglione resiste, anche se l’arbitro continua a fischiare falli. Coach Guerrieri chiede spiegazioni, e anche lui si becca due minuti. Castiglione costretto a giocare addirittura con due soli uomini di movimento, con Matassi che fa impazzire i diretti avversari, nascondendo la pallina a lungo. Il Sandrigo trova il pari sul 3-3, ancora con la conclusione di Meneghini. Il match però gira definitivamente sul blu a Fabris: un glaciale Salvini la mette dentro, e Castiglione avanti 4-3. A sigillare l’incontro la rete di Borracelli.

SANDRIGO. Filippo Guerrieri cerca di gettare acqua sul fuoco dopo la bella vittoria, la prima in trasferta di questo campionato, ottenuta contro un coriaceo Sandrigo. Non è facile però frenare gli entusiasmi di un gruppo giovane, ma che strada facendo (siamo a metà del girone d’andata), si è scoperto comunque compatto. La classifica è da capogiro, anche se nessuno vuole fare troppi calcoli a lunga scadenza. Guerrieri ammette però la sua soddisfazione: «Si, abbiamo dimostrato di crederci fino alla fine. La partita ce la siamo giocata senza troppi timori, ma abbiamo sofferto le decisioni arbitrali». L’allenatore del Castiglione non vuole far polemiche, anche se è costretto a fare delle valutazioni: «Sia noi che il Sandrigo abbiamo cercato di fare la nostra gara, ma chissà perché verso di noi venivano fischiati in continuazione dei falli di squadra, che alla fine possono incidere sul risultato, mentre ai nostri avversari questo non succedeva». Sul secondo posto il coach castiglionese rimane guardingo: «Il nostro obbiettivo rimane la salvezza, anche se ovviamente sono contento di come si stanno comportando tutti i ragazzi». Sabato prossimo altra trasferta a Vercelli.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto