Inizia con una sconfitta a Bassano per 4-3, per di più immeritata, il girone di ritorno del Ciabatti

Altre Notizie

Di Enrico Giovannelli

 

ROLLER BASSANO: Alberto Zanin, (Edoardo Chenet); Carlos Carpinelli, Edoadro Zanin, Luca Farronato, Matteo Marchesini, Stefano Vanzo, Vittorio Negrello, Filippo Fiorese, Andrea Marangoni. All. Luis Nunes.

CIABATTI CASTIGLIONE: Marco Bandieri, (Luca Matassi); Francesco Borracelli, Marco Tisato, Michele Nerozzi, Alessandro Saitta, Lorenzo Naldi, Luigi Brunelli, Samuele Muglia. All. Filippo Guerrieri.

ARBITRO: Domenico Antonacci di Modena.

RETI: p.t. (1-1) 13’19 Carpinelli (B), 16’44 Brunelli (C); s.t. 2’32 Fiorese (B), 10’55 p.p. Carpinelli (B), 12’56 Marangoni (B), 16’21 Brunelli (C), 19’52 Nerozzi (C).

NOTE: espulsioni per 2’ a Tisato e alla panchina del Castiglione.

 

BASSANO. Inizia con una sconfitta a Bassano per 4-3, per di più immeritata, il girone di ritorno del Ciabatti: le parate di Zanin, e qualche decisione cervellotica degli arbitri, hanno sicuramente penalizzato la formazione maremmana. Una partita combattuta e equilibrata per lunghi tratti, con i veneti capaci di allungare nella ripresa e con il Castiglione, con Matassi acciaccato e nell’inedito ruolo di secondo portiere, tosto a non mollare e sfiorare il pareggio, forse compromesso da una chiamata del tavolo della giuria al limite del regolamento. Primo tempo a buon ritmo con squadre già in palla dopo la sosta natalizia. Il Roller Bassano ha nel motore Carlos Carpinelli, e il veterano quarantenne sblocca il match al 13’ con una conclusione da fuori che sorprende Bandieri. I biancocelesti girano bene la pallina e sprecano un rigore con Tisato. Il pareggio è però nell’aria ed è un’autentica invenzione di Brunelli: la stoccata in diagonale è da applausi, con la sfera che si infila all’incrocio dei pali imparabile. Il primo tempo si chiude senza altri sussulti, con la convinzione che anche la ripresa regalerà emozioni. Ad uscire meglio dagli spogliatoi è il Bassano che in contropiede capitalizza con Fiorese. Guerrieri cerca con le rotazione di rianimare i suoi, che però devono subire altre due reti. Carpinelli mette dentro la doppietta su punizione di prima per il decimo fallo maremmano; poi per un blu alla panchina per proteste, è l’ex Marangoni a segnare il 4-1 in power play a metà tempo. Il Castiglione non ci sta e reagisce. Ancora Brunelli indovina il diagonale giusto che ridà fiato alle speranze castiglionesi, che insistono e pressano il Bassano. Al 16’ una veloce triangolazione porta alla conclusione Nerozzi che insacca il 3-4 e rende incandescente il finale. Sul decimo fallo veneto, a due minuti dalla fine, Saitta è sfortunatissimo centrando il palo interno sulla punizione di prima. Poi il “fattaccio” a 40 secondi dalla sirena: con Tisato espulso, il Castiglione cambia il portiere per un uomo di movimento, ma il tavolo ferma inspiegabilmente il gioco compromettendo l’azione d’attacco. Difficile da digerire la sconfitta in casa biancoceleste. Il Roller Bassano ha sicuramente giocato una buna gara, ma anche il Castiglione non ha demeritato, fermato da un pizzico di sfortuna e qualche decisione arbitrale che non ha convinto fino in fondo i pattinatori maremmani. Coach Guerrieri salva sicuramente la prestazione dei suoi, che in pista hanno dato tutto fino alla fine: «Purtroppo solo il risultato ci penalizza – ammette l’allenatore. Il gioco messo in mostra è stato all’altezza della situazione e siamo ripartiti bene dopo la sosta. Anzi, abbiamo avuto anche una bella reazione quando siamo andati sotto nel punteggio. Non voglio e non possiamo certo stare a prendercela con l’arbitraggio, considerando che noi abbiamo fallito le nostre opportunità, ma è chiaro che qualcosa non ha funzionato, come è capitato nell’ultimo minuto. Sono cose che non dovrebbero accadere. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita al Casa Mora di sabato prossimo con il Pordenone, che è andato a vincere a Vercelli, e cercare di recuperare qualche giocatore. Peccato per la sconfitta e per i ragazzi, sono sicuro che sapremo rifarci».

 

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto