Il Maremma Promotion è una sicurezza: anche in una giornata che poteva nascondere delle insidie, il Castiglione tira fuori la solita prestazione stupefacente

Altre Notizie

MAREMMA PROMOTION: Lorenzo Paoli, (Paride Sassetti); Luca Goti, Michele Achilli, Riccardo Salvadori, Francesco Borracelli, Marco Tisato, Michele Nerozzi, Luigi Brunelli, Alessandro Franchi. All. Michele Achilli.
ROLLER SCANDIANO: Andrea Lucchi, (Marco Pellacani); Matteo Farina, Leonardo Squeo, Roberto Crudeli, Giampiero Capalbo, Andrea Beato, Samuele De Pietri, Simone Romano, Riccardo Manai. All. Roberto Crudeli.
ARBITRO: Matteo Fermi di Piacenza.
RETI: p.t. (3-1) 0’38 Franchi (C), 18’45 Crudeli (S), 23’16 e 24’02 Salvadori (C); s.t. 14’25 Nerozzi (C), 15’10 Beato (S), 17’00 Franchi (C), 19’30 rig. e 20’01 p.p. Squeo (S).
NOTE: spettatori 300 circa, espulsione temporanee, 2’, per Borracelli.

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Il Maremma Promotion è una sicurezza: anche in una giornata che poteva nascondere delle insidie, il Castiglione tira fuori la solita prestazione stupefacente e stende il Roller Scandiano, quarto in classifica, per 5-4. In un Casa Mora che ha regalato ancora un bel colpo d’occhio in fatto di presenze, con un tifo assordante per tutti i 50’, i biancocelesti non hanno avuto timore di fronte ad un quintetto emiliano che presentava un giocatore importante come Leonardo Squeo, bomber di vecchia data, campione d’Europa in carica con l’Italia di Massimo Mariotti, e arrivato in corsa a rinforzare i rossoblù dell’highlander Roberto Crudeli. I biancocelesti ben sapevano che dovevano compattarsi ancor di più, considerate le assenze di Gionata Vecoli (squalificato) e di Michele Achilli in panchina ad onor di firma, ma con la febbre a 39 e mezzo. Tutti insomma hanno cercato di dare quel qualcosa in più del solito, aiutandosi ad ogni azione e non mollando la presa fino alla fine. Pronti via e Castiglione subito in gol: Franchi esce da dietro porta e con un alza e schiaccia mortifero fa secco Lucchi. Lo Scandiano non riesce a venire a capo della difesa maremmana, anche se il ritmo aumenta vertiginosamente e Achilli chiama addirittura time out per parlarci su. Al 17’ la porta del Castiglione trema. Squeo e De Pietri, in sequenza, centrano due legni. Poi Paoli è beffato, forse coperto, da un tiro dalla media distanza di Crudeli che vale l’1-1. Il Maremma Promotion però reagisce e Salvadori in nemmeno un minuto confeziona una spettacolare doppietta. Prima buca Lucchi con un rasoterra, e poi sfrutta l’assist al bacio di Franchi infilando il sette per il 3-1 che manda le squadre al riposo. Nella ripresa lo Scandiano cerca subito di rientrare in partita: la traversa dice ancora no a Squeo. Franchi spreca un rigore, Lucchi vola alla deviazione. Al 14’ il Castiglione allunga. Sempre il solito Franchi in contropiede serve alla perfezione Nerozzi, e il capitano a tu per tu con il portiere non sbaglia insaccando il 4-1. Partita finita? Macchè. Beato la riapre subito, centrando il sette per il 4-2 poco dopo. Gli ultimi otto minuti sono al cardiopalmo. Franchi è scatenato e il suo slalom ricorda il Tomba dei bei tempi: con un alza e schiaccia fa esplodere il Casa Mora, realizzando il 5-2 (una rete fotocopia come quella realizzata al Sandrigo). Il Castiglione sembra avere in mano il match, ma si complica la vita da solo. Goti commette un discutibile fallo da rigore: Squeo cannoneggia per il 5-3. Poi a Borracelli viene fischiata una simulazione: anche in questo caso blù e punizione di prima contestabile. Ancora Squeo non perdona e porta sul 5-4 i suoi. Gli ultimi secondi sono intensi. Brunelli centra una clamorosa traversa, e al Roller non serve nemmeno giocare con cinque uomini di movimento per pareggiare. La rivincita nella semifinale della coppa Italia a Forte dei Marmi. Enrico Giovannelli

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. «Questa vittoria vale più dei tre punti in palio: lo Scandiano oggi è un’altra squadra. Sono davvero soddisfatto di come abbiamo giocato e saputo interpretare la partita». Lo spogliatoio del Maremma Promotion è una bolgia nel festeggiare l’ennesimo successo, e lo stesso Michele Achilli alle prese con la febbre che lo ha tenuto lontano dalla pista, non fa nulla per smorzare gli animi, anche se scappa via subito a casa. Riccardo Salvadori invece, autore di una doppietta, aggiunge: «Intento voglio ringraziare il pubblico del Casa Mora tornato in massa ad applaudirci. E’ una sensazione diversa giocare con il calore della gente. Sulla partita posso solo dire che abbiamo dato tutto, consapevoli che di fronte avevamo una squadra rinforzata da un giocatore come Squeo che fa la differenza in A1 figuriamoci in A2. Questo Hc ha un orgoglio infinito e noi non vogliamo fermarci». E sulla stessa lunghezza d’onda anche il capitano Michele Nerozzi: «Ho visto una squadra concentrata, determinata, che non ha pensato a chi non c’era e anzi ha fatto di tutto per arrivare alla vittoria. E’ una bella soddisfazione vincere partite del genere. Abbiamo dato quello che avevamo in campo, siamo un gruppo davvero unito». en.gi.

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto