Etruria impatta con il Bassano

Altre Notizie

 

di Michele Nannini

 

FOLLONICA. Poteva anche andare peggio. Ma alla fine chi ha più da recriminare dopo il 5-5 fra Banca Etruria Follonica e Geo-Tex Bassano (nella foto un momento del match - Foto Giorgio) sono gli azzurri di Franco Polverini, che nel secondo tempo raddrizzano una partita che sembrava incanalata verso il successo giallorosso annichilendo letteralmente i frastornati veneti, salvati solo da una carambola più che fortunata (e forse anche irregolare) che ha regalato a Peripolli il gol del sudato pareggio. Un mezzo passo avanti rispetto a Forte dei Marmi, anche se gli azzurri ancora non riescono a mantenere nervi saldi e concentrazione al massimo per tutti e 50 i minuti.

Così, anche contro il Bassano, Pagnini e soci rischiano parecchio quando consentono nella prima frazione agli ospiti prima di pareggiare e poi di volare avanti sul 4-2; una parentesi che l’orgoglio azzurro e la classe di Saavedra riescono a chiudere nella ripresa condotta magistralmente da un Follonica finalmente preciso e in grado di gestire pallina e cronometro. Polverini imposta la sfida cercando di alzare il ritmo nel primo tempo, per mettere in difficoltà fisica il Bassano reduce dalla finale di coppa Italia di martedì scorso; l’idea è quella di sfruttare la panchina a disposizione nella ripresa per dare minutaggio a tutti e consentire una gestione della pallina più lucida ed efficace. Il piano funziona a metà, perché il Bassano nel primo tempo pressa alto e toglie punti di riferimento e spazio al Follonica, ma soprattutto perché nella seconda parte gli azzurri regalano almeno due reti ai veneti complicandosi maledettamente il lavoro.

L’assetto del secondo tempo, con i due argentini in pista assieme a Marco Pagnini e Bracali, dà fastidio al Bassano che a corto di fiato lascia giocare gli azzurri, guidati da un sontuoso Saavedra che in tre minuti trova il meritato pari. Polverini giostra tutto il roster a disposizione e il flusso di gioco è quasi esclusivamente azzurro, ma dopo il vantaggio di Marco Pagnini arriva la beffa finale che strozza in gola il grido azzurro.

Le reti: apre Zen con fortuna al 6’ da fuori area, impatta Marco Pagnini al 9’ dal limite, vantaggio azzurro con Ortiz che spizza all’11 un tiro di Polverini; poi la parentesi bassanese dopo che il Follonica non sfrutta l’uomo in più (fuori Zen per proteste), con il pari di Ambrosio perso in area di rigore ed il vantaggio di Panizza al 16’ al volo su assist di Zen. A fil di sirena il 4-2 di Antezza che si fa tutto il campo e conclude da fuori all’angolino. Saavedra show in avvio di ripresa, con alza e schiaccia al 6’ e azione personale al 9’; poi vantaggio azzurro con Federico Pagnini da fuori e rocambolesco pareggio in mischia al 21’ di Peripolli che in qualche modo (forse col corpo, quindi da annullare) fa 5-5.

 

Tante recriminazioni su alcune orrende decisioni arbitrali, ma nessun alibi per il 5-5 che forse va un po’ stretto al Follonica. “Qualche fischio è da rivedere – conferma Franco Polverini – però anche stasera il bello e il brutto della partita l’abbiamo fatto noi. In campo abbiamo giocato per i primi 10-15 minuti come volevamo, meglio del Bassano e come previsto; dopo ci siamo concessi il solito passaggio a vuoto e qualche ingenuità di troppo così il Bassano è andato sul 4-2. Nella ripresa invece, a parte qualche episodio, in campo ci siamo stati solo noi, peccato perché sono due punti persi. Avevamo in mente di tenere il ritmo alto nel primo tempo per poi, con i cambi, cercare di sovrastarli fisicamente. Purtroppo paghiamo quel passaggio a vuoto, perché se riuscivamo ad andare al riposo almeno in parità la partita sarebbe cambiata, ma non cerchiamo alibi né nell’arbitraggio né nella sfortuna, perché alla fine il risultato ce lo facciamo da soli. Non dobbiamo tirarcela dietro la sfortuna, come evitare i tiri da lontano e le deviazioni, portare più palla dietro porta, gestire di più specie in casa la partita e non perdere la lucidità. Ripartiamo vomunque dal bel secondo tempo che ha fatto vedere segnali di miglioramento.”

 

 

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto