Straordinario quarto posto delle Cudere Grosseto al campionato nazionale di flag football

Altre Notizie

Grosseto. Si conclude con uno straordinario quarto posto il campionato nazionale di flag football delle Cudere Grosseto. Le grossetane tornano a casa con un risultato che forse gli sta un po’ stretto per come hanno giocato la finale del torneo nazionale. Le Cudere, squadra rivelazione della manifestazione, chiudono la stagione con un risultato che le ripaga dei tanti sacrifici, delle ore di allenamento e dei tanti chilometri percorsi in trasferta, trascorsi insieme negli ultimi mesi e passati a prepararsi in attesa di scendere in campo. Un campionato che forse nessuna delle biancorosse si aspettava, tra alti e bassi, ma che ha fatto vedere quanto siano state brave a superare i propri limiti sia tecnici che fisici. Cala, anche il sipario sul campionato di flag football femminile di Basiliano, in provincia di Udine, dove si sono svolte le finali italiane di flag football maschile e femminile. I playoff iniziati nella giornata di sabato 6 ottobre vedevano le otto squadre finaliste divise in due giorni. La squadra grossetana gioca il primo match con le Golden Phoenix Catanzaro. La partita non inizia al meglio per le maremmane che si fanno valere nel secondo tempo chiudendo il confronto con il punteggio di 40/13. Nella seconda gara della giornata è la volta delle Sharks Palermo con le Cudere che non trovano grandi difficoltà né in attacco né in difesa. Il match che finisce a loro favore per 66/13. L’ultima partita del sabato si gioca tra le Cudere e le Panthers Parma. Il match è molto tirato condizionato dalla pioggia battente che incide non poco sugli schemi di attacco delle due formazioni. Alla fine è la squadra di coach Roberto Matta a prevalere sulle parmensi per 32/20, Risultato che permette alle biancorosse di conquistare la testa del girone. Nella giornata di domenica 7 ottobre le Cudere trovano in semifinale le Ranzide Trieste. Anche in questa occasione le grossetane non giocano al meglio. La difesa non riesce a tenere gli schemi delle triestine e l'attacco maremmano non sfonda la difesa avversaria. La partita termina con il punteggio 27-0 per le Ranzide che staccano così il biglietto per la finale del primo e il secondo posto. Le Cudere si devono consolare con la finalina per il terzo e quarto posto. Nell'ultima gara della stagione le grossetane cedono il passo alle parmensi per 27/18, al termine di una match molto combattuto da entrambe le parti con ottimi giochi sia in attacco che in difesa. Si tratta comunque di un ottimo risultato per le maremmane che chiudono il campionato piazzandosi quarte, migliorando quindi di due posizioni quello conquistato nella passata stagione. Sono migliorati sopratutto il gioco di squadra sia offensivo che difensivo, fondamentali che fanno ben sperare nel futuro di questa squadra. Il campionato è vinto dalle Pink Elephant Catania che superano le Ranzide Trieste in una finale molto combattuta che s'impongono sulle triestine per 31/25. “Voglio complimentarmi con tutte le giocatrici per la bela stagione agonistica” Commenta il presidente delle Cudere Andrea Cappagli “E' stata stupenda e ricca di soddisfazioni. Il coaching staff ha lavorato benissimo riuscendo ad elevare il livello di preparazione atletica e di gioco della squadra. Siamo entrati a far parte dell'olimpo del flag femminile nazionale e questo fa ben sperare per il futuro. Spero solo che i risultati ottenuti siano un attrazione per le giovani atlete che vogliano avvicinarsi a questo sport” L'allenatore delle maremmane Roberto Matta fa il punto tecnico sulla stagione appena conclusa e sui progetti per la prossima e aggiunge “Siamo molto contenti. Abbiamo dimostrato di essere una squadra competitiva. Abbiamo notevolmente migliorato il livello tecnico ed atletico. Abbiamo fatto esperienza e sappiamo che ad un maggiore impegno in allenamento corrispondono migliori risultati, e adesso sappiamo anche che dobbiamo lavorare di più, e soprattutto con più continuità, se vogliamo ottenere dei migliori piazzamenti. Siamo sulla strada giusta e possiamo migliorare ancora. Questa deve essere la motivazione per le prossime stagioni. I risultati arriveranno.” Conclude l'allenatore delle maremmane. Cudere Grosseto: Silvia Ascone, Giada Bardi, Alessia Mancioppi, Cristina Marsili, Teresa Menichetti, Miranda Miglianti, Ilaria Neri, Giorgia Sacchini, Alessandra Sorresina, Linda Venturi. Coaching staff: Roberto Matta, Marco Corsini, Giacomo Daviddi, Luca Barellini. Massimo Galletti

,

OGGI SU 1 SPORT

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto