Basket serie C, la Sanitaria Ortopedica si sbarazza anche della Pielle Livorno

Altre Notizie

Sanitaria Ortopedica Grosseto-Pielle Livorno 47-29

SANITARIA ORTOPEDICA: Chiara Camarri 1, Giulia Camarri 1, Valentina Simonelli, Elena Furi 11, Federica Simonelli, Tamberi, Nalesso 8, Bellocchio 2, Scurti, Cazzuola 17, Benedetti 7, Carnemolla. All. David Furi.

PIELLE LIVORNO: Toti, Creati I, Filoni 2, Burgalassi, Barsotti 6, Fabbri, G. Creati 11, Gaiotto 2, Antonelli 3, Del Rio 5. All. Marazzato.

ARBITRO: Guido de Lalla di Grosseto.

PARZIALI: 6-6, 22-16; 35-25.

USCITA PER FALLI: Barsotti.

Convincente vittoria della Sanitaria Ortopedica Gea che, nella terza di ritorno del campionato di serie C femminile, piega la pericolosa Pielle Livorno (47-29 il finale). Le biancorosse, dopo un primo periodo con pochi punti che le livornesi hanno chiuso con le bombe del pareggio su 6-6, la formazione grossetana ha sempre avuto in mano la partita, grazie a una prestazione super di Cazzuola, Nalesso, Benedetti e Tamberi in difesa, tanto che il Grs Group ha chiuso spesso i 24 secondi con la palla in mano. In attacco Chiara Cazzuola (17 punti) è stata la prim’attrice con una serie di canestri da sotto e alcune belle conclusioni da fuori; bene anche la play Furi, mentre la capitana Marta Nalesso si è fatta applaudire per alcune entrate di ottima fattura. Livorno è rimasto in partita finché ha retto il fiato di Creati e Barsotti, che hanno tirato molto bene anche da tre punti, ma alla lunga è venuta fuori la maggiore grinta e fisicità della Gea, che ha chiuso la gara in crescendo, allungando notevolmente il divario negli ultimi due quarti (passando da più 6 a più 18). Il coach David Furi ha provato a fine gara anche a ribaltare il meno 20 venti del girone d’andata, in vista della volata playoff, ma i quattro tentativi dalla lunetta delle biancorosse si sono spenti sul ferro. Rimane comunque un più 18 di grande spessore che consente di rimanere in testa alla classifica e di portare a quattro le lunghezze di vantaggio sulla Pielle, che si è comunque confermata una buona squadra, anche se nel “fortino” maremmano non è facile per nessuno portare via punti. Per la Sanitaria, insomma, prosegue il momento positivo, che fa ben sperare per le fasi conclusive della stagione. Visibilmente soddisfatto l’allenatore Furi a fine partita: «Sono queste le gare che voglio vedere: grande difesa, determinazione sotto i tabelloni, dove abbiamo anche conquistato importanti rimbalzi in attacco».

TESTATA GIORNALISTICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI GROSSETO N.7/10

P.IVA 01425990536

Vivi Grosseto è Patrocinato da

logo provincia di GrossetoLogo comune di Grosseto